venerdì 13 marzo 2009

Sudafrica: lesbiche violentate per "curare" omosessualità

Le lesbiche in Sud Africa vengono violentate dagli uomini per "curare" la loro omosessualita'. Secondo uno studio di 'ActionAid' e' questo uno dei crimini piu' comuni commessi contro le donne omosessuali sudafricane che spesso, dopo la violenza, vengono uccise. A Johannesburg e Cape Town sono aumentati questi tipi di violenze che gli uomini locali considerano "correttive". Secondo lo studio, quasi la meta delle donne in Sud Africa verranno violentate nel corso della loro vita: gli stupri sono 500 mila ogni anno e solo un uomo su 25 incriminati, viene poi condannato.

("la Repubblica Online", 13 marzo 2009)

1 commento:

NoirPink - modello PANDEMONIUM ha detto...

Lo stupro per rendere eterosessuale una lesbica è purtroppo una pratica diffusa in molti paesi africani. Episodi del genere sono avvenuti (anche se in numero limitato) anche in Italia negli ultimi anni...

 
Clicky Web Analytics