martedì 31 marzo 2009

indovinello

"Il presidente è a vita e rappresenta il partito, ne dirige il funzionamento e la linea politica e programmatica. Sceglie i 34 membri dell’ufficio di presidenza, sottoposti al voto del Congresso ma con una lista unica senza nomi alternativi. Convoca e presiede lo stesso ufficio di presidenza, la direzione e il consiglio nazionale. Ne stabilisce l’ordine del giorno, procede alle nomine degli organi del partito e assume le definitive decisioni."

Dello statuto di quale partito stiamo parlando?

a) del Partito Comunista Nordcoreano
b) del Partito Comunista Cinese
c) del Popolo della Libertà Italiano
d) del Partito Nazionalsocialista Tedesco

PS: Grazie a Discanto per la segnalazione

8 commenti:

Ryo ha detto...

Riesco proprio oggi, e non ne saprò mai il motivo, ad accedere a questo tuo blog..
Ora, dato che domani mi scade l'abbonamento, quanto meno prima volevo farti i miei complimenti per quello che scrivi e come lo scrivi.
(Complimenti reali, non da paraculo.. ;) )
Ciao

Pinin ha detto...

Lo so io!!!
il partito cinese!

Skarn86 ha detto...

La domanda è retorica, in quanto il solo fatto di averla posta ce ne comunica la risposta.
Se non si trattasse del PdL il post stesso non avrebbe ragion d'essere.
Da quanto ho letto in giro però, si tratta di indiscrezioni non confermate ufficialmente.
Non so nemmeno io se crederci o no, è quasi troppo assurdo persino per loro.
Ma del resto fino a ieri pensavo anche che una mozione parlamentare che dice che non esiste riscaldamento globale, o al limite è una buona cosa, fosse fuori dalla loro portata.

la Volpe ha detto...

Skarn... Il riscaldamento climatico sarà il mio prossimo post!

Per quel che riguarda lo statuto, anche io aspetto di vedere cosa succederà, ma già il fatto che questo fantomatico statuto non è mai apparso sul sito del PDL la dice lunga...

NoirPink - modello PANDEMONIUM ha detto...

C'è un errore evidente, un'omissione clamorosa. Il testo reale inizia così: "Il presidente è a vita eterna e rappresenta...".

La Mente Persa ha detto...

PDL
Complimenti, stanno alla democrazia quanto un fascista a un ebreo!

ratatouille ha detto...

Messa così è agghiacciante:
c'era più "dialettica" nel partito fascista
mussolini stesso più volte fu costretto a cambiare idea
ed alla fine col famoso ordine del giorno di Grandi fu anche esautorato;
oppure nel pcus che tranno nel periodo staliniano le dinamiche interne (lotte) sono sempre state accese con conseguenti cambi di leadership.
gli unici casi analoghi al pdl li possiamo ritrovare in
ceaucescu
enver hoxa
stroessner
franco
saddam hussein
e qualche piccolo tiranno africano o sudamericano.

KingD ha detto...

Fa molto P2, chissà che è il Gran Maestro a sto giro, ho come l'impressione che non sia il presidente...

 
Clicky Web Analytics