martedì 9 dicembre 2008

la settimana scorsa nel mondo (49/2008)

Mumbai, India: circa 200 persone uccise in un attentato terroristico nella capitale indiana. Il ministro degli interni ha rassegnato le dimissioni. Le indagini hanno portato alla organizzazione terroristica pakistana Lashkar-e-Taiba. Undici persone sono state arrestate in Pakistan dopo che fra i due stati si era arrivati a un livello di tensione insostenibile.

La corte costituzionale thailandese ha rimosso il primo ministro Somchai Wongsawat e cancellato due partiti di governo per brogli elettorali, rimuovendo dall'incarico anche numerosi parlamentari. Ciononostante, le forze al governo dovrebbero avere numeri sufficienti in Parlamento per eleggere un nuovo ministro dalle loro fila. I due aeroporti principali di Bangkok sono tornati operativi dopo essere stati bloccati da manifestanti antigovernativi per circa una settimana.

La NATO ha temporaneamente congelato le procedure per ammettere Georgia e Ucraina nella propria organizzazione. Paura dei russi?

Alle elezioni politiche in Romania, il partito di centro (al governo) ha ottenuto un ristretto margine di vantaggio sui socialdemocratici. Sarà costretto ad allearsi con i liberali (centro-destra) per costituire il nuovo governo. La situazione appare instabile.

In Austria è stato formato un nuovo governo, la grande coalizione fra centro-sinistra e centro-destra. Sono stati nuovamente lasciati fuori dal governo i partiti di estrema destra, veri "vincitori" delle recenti elezioni.

In Zimbabwe proseguono inutilmente i tentativi di conciliare le posizioni del dittatore Robert Mugabe e del leader dell'opposizione Morgan Tsvangirai. Intanto nel paese si teme una epidemia di colera.

A 7 settimane di distanza dalle ultime elezioni, il Canada è sull'orlo di una nuova crisi di governo. Si teme si possa dover tornare alle elezioni anticipate. Poi dicono dell'Italia!

Barack Obama ha nominato Hillary Clinton prossimo Segretario di Stato.

Il National Bureau of Economic Research ha confermato che gli USA sono in recessione dal dicembre del 2007. In 11 mesi si sono persi circa 1'100'000 posti di lavoro, dei quali 200'000 in ottobre e 536'000 in novembre. C'è chi prevede che la cifra supererà, a giugno 2009, la quota complessiva di 4 milioni di persone.

La Banca d'Inghilterra ha tagliato i tassi di interesse fino al 2%, il livello più basso da quando la Banca fu fondata nel 1694. La Banca Centrale Europea ha tagliato i tassi fino al 2.5%.

Credit Suisse riporta perdite nell'ultimo quarto dell'anno pari a 2.6 miliardi di dollari e annuncia un taglio a 5'300 dipendenti.

Il prezzo del petrolio è sceso a circa 45 dollari al barile, il punto più basso degli ultimi 3 anni e mezzo.

1 commento:

Mr. Flamingo ha detto...

Gli alti e bassi di questo pianeta...
Le notizie sull'italia sono solo pessime.

 
Clicky Web Analytics