venerdì 23 aprile 2010

l'autosatira del PD

Davanti alla crisi del PDL negli ultimi giorni, i vertici del PD sono riusciti a partorire due frasi leggendarie per commentarla.

Pierluigi Bersani, alla domanda: "vedete all'orizzonte elezioni anticipate"?, ha risposto qualcosa tipo "per l'amor di Dio, speriamo di no".

Enrico Letta sulla faccenda ha lamentato il fatto che i litigi interni al PDL rendono più difficile la strada delle riforme.

Continuiamo a farci del male.

11 commenti:

il Ratto ha detto...

è che il pd,
vedendo la crisi nel pdl,
ha deciso che la via migliore per il successo è quella di catturare il pubblico del bagaglino.

SCIUSCIA ha detto...

Come direbbe Attila (il blogger, non il deceduto sovrano unno), "martellate nei coglioni prendendo la mira".

Alessandro Tauro ha detto...

Dobbiamo essere contenti: abbiamo una realtà del tutto unica da vantare in tutto il mondo. Ovvero, il centrosinistra più fantasioso ed imprevedibile del pianeta.
Di fronte alla più dura crisi del centrodestra dal 1994 ad oggi (16 anni di idillio apparente più o meno veritiero), il centrosinistra italiano è stato in grado di dimostrarsi ancora più debole, claudicante e miope di quanto lo sia il centrodestra durante la sua guerra intestina di questi giorni.

Alle speranza bersaniana di non votare e quella lettiana di riforme mancate, aggiungerei le dichiarazioni a mezzo stampa di Di Pietro che scarta con durezza ogni possibile nome di candidato leader di centrosinistra fattogli dalla stampa (a partire da Vendola per arrivare a sé stesso!), tanto per dare un ulteriore segnale di sentita riscossa delle opposizioni...

Lario3 ha detto...

Ah-ah-ah...

Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

il monticiano ha detto...

Io mi chiedo come si può essere così sciocchi - per non dire peggio.
E questi sarebbero gli esponenti del centro-sinistra?
Ma non hanno un'altra occupazione consona a quel poco che sanno fare?

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Beh, in fondo tutti i loro sforzi sono finalizzati a rimanere in sella il più a lungo possibile. Viste da questo punto di vista, le loro dichiarazio hanno una loro sinistra logica (non logica di sinistra eh :-D)

NoirPink - modello PANDEMONIUM ha detto...

Dai, tra poco il PD organizzerà serenate sotto Arcore per far riappacificare Silvio e Grianfry!

Luca ha detto...

Non credo che il PD avrebbe la benché minima speranza di vincere le eventuali elezioni anticipate.
Ergo, fanno quello che possono per evitarle.
Spereranno - piuttosto - nel governissimo, come il 45% degli italiani...

Anonimo ha detto...

Direi che l'ultimo commento è l'unico a spiegare la situazione.
Il Pd adesso non vincerebbe le elezioni, quindi piuttosto che avere un Berlusconi ancora più forte in parlamento (tutti i finiani fuori a calci in culo) per altri cinque anni, preferisce continuare così magari per un annetto e poi pensare all'attacco.
Non solo: non sono organizzati e, miopi, non si sono preparati a una eventualità del genere. Ma il punto che fa più paura è un altro: con le divisioni nel Pd temono che sfaldandosi il Pdl, si sfaldi pure il loro partito, siccome rimangono uno la fotocopia dell'altro e non hanno un gran senso senza la loro contropartita (direi che questo valga anche per alcuni ex-An, adesso schierati con Berlusconi).

Ernest ha detto...

Credo che una classe dirigente più imbarazzante di questa
non esista

il Russo ha detto...

Buon 25 aprile cara Volpe, ricominciamo a farci del bene!

 
Clicky Web Analytics